PS: Tour on the road California 2015 

Tour-California-Summer-Estate-USA-Idea

PS: con questo articolo vogliamo riassumere il nostro tour in California (toccando Nevada e Arizona) concluso da qualche settimana. Visitando anche i nostri precedenti post, potrete prendere spunto per un eventuale vostro viaggio in California.

Abbiamo percorso in totale circa 4.400 km in auto in circa 18 giorni, ecco la descrizione delle nostre tappe:

Day 1: (137 km) arrivo presso l’aeroporto di Los Angeles in serata, abbiamo ritirato l’auto a noleggio e siamo partiti in direzione Thousand Oaks dove abbiamo pernottato.

Day 2: (456 km) inizia qui effettivamente il nostro con destinazione prima tappa a Monterey. Ci siamo messi in viaggio e durante il percorso abbiamo visitato: Morrobay; Bigsur; San Simeon e Bixby Bridge. Siamo arrivati in serata a Monterey dove abbiamo pernottato.

Day 3: (198 km) prima di ripartire da Monterey con destinazione San Francisco, abbiamo fatto una breve visita al Fisherman’s Wharf. Durante il tragitto vi consigliamo di fermarvi a visitare la bellissima cittadina di Carmel dedicandoci qualche ora. Sarebbe anche un’ottima meta per fare qualche ora di spiaggia se avete tempo. Proseguendo lungo il tragitto abbiamo fatto una piccola e veloce deviazione in Silicon Valley per visitare Google, Apple e Facebook. Arrivo in serata a San Francisco dove ci fermiamo 3 notti.

Day 4-5-6-7: San Francisco. Durante il nostro soggiorno a SF abbiamo visitato: Union Square; Lombard Street; Alamo Square; Alamo Parc; Goldengate Bridge; Ferry Market; Fisherman’s Wharf e Goldengate Park. Nella sezione dedicata ai nostri consigli, trovate anche un locale dove mangiare un ottimo hamburger forse il migliore della città.

Day 7: (275 km) partiamo da San Francisco con destinazioni Lodi (California). Questa tappa è dedicata alla visita di alcune cantine nella Napa Valley; pernottiamo a Lodi (California) solo per comodità in quanto raggiungere direttamente lo Yosemite Park sarebbe stata troppa la strada. Quando arrivate a Napa, prima di iniziare il vostro tour delle winery, recatevi presso lo store Legendary Napa dove potrete trovare delle gentili signore che saranno liete di consigliarvi ed aiutarvi nell’organizzazione della vostra giornata di degustazione vini e visita delle cantine.

Day 8: (380 km) partiamo da Lodi (California) in direzione Mono Lake. Arriviamo allo Yosemite Park, ci rechiamo subito presso lo Yosemite village per organizzare e pianificare la nostra giornata all’interno del parco. Lo Yosemite è molto grande e se avete a disposizione solo qualche ora è buona cosa pianificare la visita al fine di non sprecare tempo rischiando di passare la giornata in auto. Alcune tra le attrattive naturali del parco da non perdere sono: le cascate Yosemite Falls, Mariposa Groove, El Capitan e la Yosemite Valley. In serata arrivo a Mono Lake in località Lee Vining per il pernottamento.

Day 9: (600 km) sveglia presto, inziamo la giornata con una classica colazione americana in un locale tipico USA a Lee Vining, breve visita a Mono Lake e partenza in direzione Death Valley per poi proseguire e terminare la tappa a Las Vegas. Dopo un paio di ore di auto raggiungiamo percorrendo paesaggi che dall’ambiente di montagna velocemente diventano desertici ed arriviamo in Death Valley. All’interno del parco lungo il tragitto tra i principali luoghi visitati, ricordiamo: Zabriskie Point; Mosaic Canyon, Dunes per poi terminare a Furnace Creek per uno spuntino prima di affrontare l’ultimo tratto di strada (2 ore circa) per arrivare a Las Vegas.

Day 9 – 10 – 11: Las Vegas. Il nostro soggiorno di 2 notti a Las Vegas ci ha permesso di rilassarci e riposarci dalle molte miglia percorse. Las Vegas è la città delle luci, con parecchie attrazioni turistiche per intrattenervi durante le vostre giornate e le vostri nottate. Numerosi concerti di stars internazionali sono presenti durante quasi tutto l’anno e potranno darvi la possibilità di assistere al concerto della vostra star preferita. In generale a Las Vegas potete visitare liberamente i principali hotel posizionati lungo la Strip (strada che percorre il centro della città) ammirando le ricostruzioni di città e luoghi che danno il nome all’hotel stesso. Noi vi consigliamo l’Hotel Bellagio (dove è possibile vedere anche lo spettacolo delle fontane); Hotel Venetian; Paris Hotel, Casear Hotel e lo Stratosphere Hotel. Presso l’ultimo degli hotel citati potete salire sulla sua torre alta 350 metri dove la vista dell’intera città a 360° è spettacolare; inoltre si può mangiare presso il ristorante/bar presente nella sfera all’apice della torre e per i più coraggiosi è possibile catapultarsi nel vuoto utilizzando l’attrazione in cima alla torre assaporando la vista della città con molta adrenalina. Dovete sapere che a Las Vegas ogni hotel ha un suo Casinò, quindi avete una vasta scelta per sfidare la fortuna scegliendo a piacimento quello che più vi ispira, inoltre l’ingresso degli hotel è libero per la parte dei casinò e per la parte commerciale e quindi potete circolare liberamente. Un’altra attrazione carina da poter fare a LV sono le montagne russe presso l’Hotel New York, più lunghe di quelle classiche e con un’altezza utile ad ammirare anche da questo punto una buona vista della città. Infine a LV vi ricordiamo di visitare: il Neon Museum; il museo delle Polaroid e la strada delle Wedding Chapel più storiche posizionate poco distante dal centro della Strip.

Day 11: (620 km) partiamo con calma in tarda mattinata da Las Vegas con destinazione destinazione Sedona dove pernottiamo e ci prepariamo per la visita al Gran Canyon la giornata seguente. Lungo il percorso inutile dire che i paesaggi sono sempre molto affascinanti, anche i piccoli “autogrill” che si trovano lungo il tragitto sono per chi ama l’america molto belli da vivere.                                                                                                                                                        Arriviamo a Sedona nel tardo pomeriggio. Per raggiungere questo paese in Arizona percorrerete una strada all’interno di una foresta dove hanno sede alcuni piccoli Resort in stile fiabesco dove potete soggiornare immersi nella natura, oltre a numerosi campeggi attrezzati. Avvicinandosi a Sedona trovate le famose montagne dalla terra rossa con un paesaggio davvero particolare ed emozionante. Il paese di Sedona è una località molto tranquilla che offre una buona ricettività turistica per una sosta, non arrivate troppo tardi la sera perché oltre a trovare tutto chiuso rischiate di rimanere senza cena.

Day 12: (530 km) partiamo la mattina presto in direzione Gran Canyon con destinazione Phoenix . Purtroppo il tempo non era dalla nostra parte e quando siamo arrivati presso il Gran Canyon National Park pioveva molto forte e le nuvole basse non ci hanno permesso da subito una buona vista presso i vari view points del parco. Vi consigliamo comunque di recarvi come prima tappa presso il Canyon Village per programmare la vostra visita e per scegliere i punti turistici da raggiungere all’interno del parco dove poter scattare le vostre foto e immortale paesaggi spettacolari. Presso il Canyon Village inoltre viene programmato durante l’intera giornata un filmato che presenta il Canyon e parla della sua storia, se avete tempo partecipate alla visione così da farvi un’idea più precisa in merito alle scelte dei luoghi da visitare durante la giornata.                                                                                                                                                         Fortunatamente nel pomeriggio il tempo è migliorato e siamo riusciti a scattare qualche foto. Nel tardo pomeriggio ripartiamo per raggiungere Phoenix dove pernottiamo e ripartiremo il giorno dopo verso San Diego.

Day 13: (560 km) partiamo in mattinata da Phoenix in direzione San Diego affrontando ancora una volta parecchie miglia in auto. Per raggiungere San Diego costeggiamo il confine con il Messico con un paesaggio desertico che si alterna a Cactus e Dune di sabbia; ogni tanto lungo la strada si trova qualche piccolo punto di ristoro e centro abitato. Arriviamo a San Diego verso metà pomeriggio e dopo esserci sistemati in hotel ci rechiamo prima a visitare dall’esterno il Salk Institute for Biological Studies (struttura brutalista del famoso architetto Louis Kahn) e poi presso la località La Jolla per ammirare il tramonto sull’oceano. Qui sulla spiaggia trovate moltissimi leoni marini che si riposano sugli scogli.

Day 13 – 14 – 15: San Diego. Durante i 2 giorni di permanenza a San Diego ci siamo dedicati a fare qualche ora di spiaggia. Siamo stati sia alla spiaggia della località La Jolla che a quella di San Diego che si chiama Mission Beach. Vi consigliamo di visitare sia di giorno che di sera i dintorni di entrambe le spiagge dove trovate numerosi negozi e molte abitazioni da ammirare tra le strade. Vi consigliamo di visitare anche Pacific Beach e vi segnaliamo che a Mission Beach trovate il Belmont Park ovvero un Luna Park sulla spiaggia che se avete tempo vale comunque la pena farci un giro. Nei pressi del Belmont Park è possibile prendersi un cocktail e attendere il tramonto in uno dei locali sulla via pedonale e ciclabile lungo l’oceano.

  • little italy
  • statua del bacio alla marina

Day 15: (200 km) siamo quindi arrivati alla nostra ultima tappa con destinazione Los Angeles. Partiamo la mattina da San Diego e ci dirigiamo mantenendoci sulla costa in direzione Los Angeles. Lungo il tragitto ci siamo fermati a Encinitas (…….) e a New Port (…..). Vi consigliamo se avete tempo di visitare sia il paese di New Port che la sua spiaggia, è un paesino molto turistico di villaggiatura e secondo noi merita starci un po’ di tempo. Arrivo in serata a Los Angeles

Day 15 – 16 – 17 -18: Los Angeles. Durante il nostro soggiorno di 3 giorni a Los Angeles abbiamo visitato le spiagge di Venice Beach e Santa Monica. I quartieri di Hollywood e Beverly Hills, la zona di  Down Town dove hanno sede i grattacieli della città e dove abbiamo partecipato ad una serata presso il The Standard Hotel downtown, il the Griffthin Observatory dove potete ammirare una vista mozzafiato della città ed è un ottimo punto per scattare qualche foto alla collina di Hollywood dove ha sede la medesima scritta; Sunset Boulevard (vi consigliamo di andarci di sera in quanto è la sede principale della nightlife di LA; Beverly Hills; Walk of Fame; Walt Disney Concert Hall; Urban Light. Siamo riusciti concentrado tutto il resto a passare un’intera giornata presso gli Universal Studios Hollywood (assolutamente consigliato non potete non andarci) e infine per il vostro shopping e per qualche regalo da portare in Italia vi consigliamo di andare al The Grove (centro commerciale all’aperto), qui potrete dare sfogo ad ogni vostra voglia culinaria presso il The Farmer Market all’interno del centro commerciale dove potrete trovare molti tipi di cucina internazionale in un mercato pieno di bancarelle di cibo e bibite.

Il nostro tour è terminato ed è arrivata l’ora di riconsegnare l’auto a noleggio e prendere il volo di ritorno, portando con noi molti ricordi e felici di aver vissuto un po’ di America durante i nostri giorni on the road.

 

INFO UTILI PER ORGANIZZARE IL VOSTRO TOUR

  • Nei nostri post precedenti, su Instagram e pagina Facebook potete trovare le foto dei luoghi citati in questo articolo;
  • Durante i vostri spostamenti organizzate le vostre tappe facendo in modo di arrivare non troppo tardi la sera presso il luogo dove pernottate. Questo per evitare di trovare tutti i ristoranti chiusi ed essere costretti a saltare la cena. C’è da dire che un fastfood aperto lo trovate quasi dappertutto. A Los Angeles e Las Vegas invece gli orari sono più europei e non avrete questo problema;
  • Durante i molti km percorsi in auto non trascurate di ammirare i paesaggi che vi scorrono fuori da finestrino, anche queste ore fanno parte del vostro viaggio ed è una parte piacevole del vostro viaggio on the road ammirando paesaggi che difficilmente potrete trovare in altre parti del mondo;
  • Percorrendo il nostro tour nella tappa che da Las Vegas va a Phoenix, incrocerete la famosissima route66. A noi ha emizionato molto vedere i tipici locali colorati di questa strada storica; vi consigliamo di fermarvi in qualche locale per apprezzare il loro lato pittoresco. Se volete trovate anche per la route66 qualche foto che la descrive;
  • Ricordatevi sempre di fare attenzione al serbatoio dell’auto, le distanze sono grandi e non sempre trovate molte benzinai, soprattutto nei pressi e all’interno dei parchi nazionali. Meglio quindi fare il pieno prima di affrontare certe distanze;
  • Durante il tour abbiamo toccato i seguenti stati: California, Nevada e Arizona;
  • Per la visita della Death Valley ricordatevi di fare rifornimento di acqua per la giornata, infatti se la visitate durante i periodi estivi potrete raggiungere temperature molto alte e bere molto è fondamentale.

Buon Viaggio da psfun&travels!!

 

2 Comments

Add yours →

  1. Wow! Mi affascina un sacco l’on the road, la sensazione dell’avventura, e credo che la California sia davvero il posto ideale con le sue strade e i suoi paesaggi. Complimenti, prenderò in considerazione sicuramente la vostra esperienza in caso dovessi decidermi a farlo un giorno. 😀

    Mi piace

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: