BIENNALE DI VENEZIA – dal 26 Maggio al 27 Novembre 2016 

 

untitled.png

 

PS: La partecipazione scandinava alla 15 Mostra Internazionale di Architettura – La Biennale di Venezia è frutto di una collaborazione tra il Museo dell’architettura finlandese di Helsinki, il Dipartimento dell’architettura del Museo Nazionale di Oslo e l’ArkDes (il Centro svedese per l’architettura e il design) di Stoccolma.

In Therapy è collegato al tema di Alejandro Aravena scelto per la Biennale Architettura 2016, “Reporting From the Front”, concentrandosi sulla sfide specifiche affrontate nella regione scandinava. Le nazioni scandinave – Finlandia, Norvegia e Svezia – hanno raggiunto un punto fondamentale nelle loro identità architettoniche, collettive e individuali. Gli “antenati” dello stile scandinavo universale hanno fornito solide fondamenta, su cui architetti e designer hanno prosperato e da cui, al contempo, sono stati limitati. In questo modo, la mostra nel Padiglione dei Paesi Nordici offrirà un’opportunità per discutere, argomentare, dibattere e confrontarsi su ciò che davvero è l’architettura scandinava e, quel che più importante, su ciò che potrebbe essere negli anni a venire.

Lo slancio iniziale per la classificazione dei progetti alla ribalta è imperniato su un’interpretazione della struttura della Gerarchia dei bisogni di Abraham Maslow, una teoria del 1954 che propone ‘bisogni’ motivazionali di base e complessi che rappresentano il progresso dell’individuo. Maslow ha descritto il vertice della sua gerarchia, rappresentata da una piramide, come una ‘autorealizzazione’ (cioè la realizzazione del potenziale completo del singolo), raggiungibile soltanto dopo che tutti i ‘bisogni’ primari che stanno alla base sono stati soddisfatti; in altre parole, ciascuna fase è essenziale alla successiva.

Secondo il parere di David Basulto, “sebbene possa superficialmente sembrare che Finlandia, Norvegia e Svezia siano al ‘vertice della piramide’, ciascuno di questi paesi, comunque, affronta sfide difficili e distinte.

La mostra svela l’affascinante discrepanza rispetto al tradizionale punto di vista mondiale sui paesi scandinavi, considerati come nazioni altamente sviluppate e socialmente progressive, e tenta inoltre di mostrare le enormi sfide che tali paesi affrontano, con l’architettura – come prassi spaziale, sociale e culturale – al suo epicentro.”

Per vedere tutti i progetti:

intherapy.arkdes.se
#InTherapy
#BiennaleArchitettura2016

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: