Grado e la Laguna

PS: La laguna di Grado è una laguna situata nell’Alto Adriatico che si estende da Fossalon di Grado fino all’isola di Anfora, all’altezza della foce dei fiumi Ausa e Corno.

La laguna, che occupa una superficie di circa 90 chilometri quadri, è divisa in un settore orientale (palù de sora) ed in uno occidentale (palù de soto) dalla diga sulla quale si snoda la strada che collega Grado alla terraferma.

Caratteristica della laguna è la presenza dei Casoni, semplici abitazioni con tetto di paglia e porta orientata a occidente utilizzate in passato dai pescatori gradesi.

Dal punto di vista naturalistico, la laguna si presenta ricca di essenze arboree. La fauna presenta una notevole varietà di volatili, tra i quali gabbiani, garzette, aironi cinerini, germani reali, rondini di mare. Di rilievo l’itticoltura con la presenza di numerose valli da pesca.

L’imbarcazione tipica degli abitanti della laguna è la batèlla, a fondo piatto e manovrata a remi. La batèla, lunga in genere dai 5 ai 10 metri, è condotta da un rematore in piedi a poppa e può essere dotata di un albero.

La laguna, che confina a occidente con la Laguna di Marano, è attraversata in senso longitudinale dalla idrovia Litoranea Veneta, una via d’acqua che collega Venezia con la foce dell’Isonzo e Trieste.

Per visitare questa magnifica attrazione naturalistina noi abbiamo scelto una gita in barca, con partenza dal porto di Lignano Sabbiadoro, dalla quale è possibile attraversare i suggestivi canali della Laguna e poter ammirare i tipici Casoni, la Flora e la Fauna locale.

E’ una parte d’Italia che racchiude una zona naturalistica davvero affascinante e riteniamo sia uno di quei luoghi da dover visitare assaporando i paesaggi e venendo a conoscenza di antiche tradizioni in un ambiente rilassante e distensivo.

(Testo: fonte principale Wikipedia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *