NAPOLI e CAPRI in un weekend!

Vedi Napoli e poi muori? Ebbene si, come sosteneva il celebre poeta tedesco Johan Wolfang von Goethe, è una delle teorie che mi sento di confermare anche se per me non era la prima volta che visitavo questa stupenda città.

Napoli dall’aereo
San Gregorio Armeno
Alcune delle famose statue di San Gregorio Armeno

I Presepi di San Gregorio Armeno
Castel Dell’Ovo
Dalla terrazza di Castel Dell’Ovo
I Quartieri Spagnoli
Capri
I Faraglioni di Capri
Capri

 

Capri
Piazza Plebliscito
Il Porto di Capri
Napoli sotterranea
Napoli sotterranea

A Napoli non manca nulla, l’atmosfera super elettrizzante, la gente simpatica e carismatica, l’ottimo cibo, il mare, l’arte, la cultura e la tradizione. Napoli è la classica città che sarà in grado di stregarvi e difficilmente tornerete a casa senza la voglia di ritornarci presto.

Nei 3 giorni a disposizione ho scelto di dedicare un paio di giornate a Napoli e un giorno intero a Capri.

Iniziamo a parlare di Napoli 

Vi consiglio di farvi venire molta voglia di camminare, perché Napoli va vissuta nei suoi particolari, ammirando i suoi scorci, vivendo i suoi quartieri e la sua gente. Per muovervi potete utilizzare anche la metro che copre i maggiori punti di interesse della città.

Non voglio fornirvi in un itinerario preciso da seguire ma semplicemente quello che in due giorni potete riuscire a vedere, senza correre troppo e se siete bravi ottimizzando i tempi.

  • Partirei da Via Toledo, una delle vie principali di Napoli dalla quale si sviluppano varie arterie della città; iniziando proprio dalla particolare stazione della metro, stupenda e affascinante per i maestosi mosaici che la caratterizzano. Tornando in superficie una passeggiata lungo la via che rappresenta una delle principali zone dello shopping napoletano.
  • Cappella di San Severo per la visita al famoso “Cristo Velato”, consiglio la prenotazione ON LINE con opzione “salta fila” per evitare attese e perdite di tempo.
  • San Gregorio Armeno – famosa via meglio conosciuta come via dei Presepi, infatti qui durante tutto l’anno è possibile ammirare l’impeccabile artigianato napoletano riguardo la creazione di presepi e statue. Tra le statue troverete anche simpatiche caricature di personaggi noti che non hanno nulla a che vedere con la tradizione cristiana dei presepi ma che invece la loro presenza è caratteristica di questa via. 
  • Spaccanapoli, una delle vie più importanti della città così chiamata in quanto divide la città antica tra nord e sud. Sicuramente una delle vie da percorrere a piedi soffermandovi presso i vari punti di interesse che possono essere di vostro gradimento e godendo dei suoi negozi tipici locali e del carisma degli abitanti della zona.
  • Quartieri Spagnoli, zona considerata pericolosa nell’immaginario comune di chi forse non è ancora stato a Napoli; il consiglio è quello di andarci comunque di giorno senza addentrarvi troppo nelle zone poco turistiche e nelle vie più interne. Personalmente non ho percepito nessun pericolo, ovvio è che come in ogni città serve un minimo di attenzione e rispetto del luogo che si sta visitando. Sicuramente è un’altra zona molto caratteristica di Napoli che trasmette spaccati di vissuto quotidiano del quartiere a mio avviso molto affascinanti. Come ad esempio i numerosi panni stesi a penzoloni dai davanzali delle finestre in questi vicoli stretti e delimitati da palazzi vecchi e relativamente alti.
  • Maschio Angioino, castello che domina Piazza Municipio; nel caso volete prenotare una visita guidata vi consiglio di verificare orari e tempistiche per non togliere troppo tempo al resto della città.
  • Piazza Plebiscito, una delle più grandi della città; molto bella ed ampia, sullo sfondo si sviluppano la Basilica reale pontificia di San Francesco di Paola, il Palazzo della Prefettura, il Palazzo Salerno e il  Palazzo Reale di Napoli.
  • Mercato Pignasecca, il mercato più antico di Napoli, un’atmosfera molto suggestiva e folkloristica della città dove trovare bellissime esposizioni di pesce, frutta, verdura, fritture e dolci tipici da consumare in strada. Oltre al cibo si trovano numerose bancarelle d’abbigliamento e di varie tipologie di merce.
  • Piazza del Gesù, una delle piazze più importanti e simbolo del centro storico di Napoli, deve essere per forza visitata.
  • Castel dell’Ovo, è il castello più antico della città e fa parte dello stupendo panorama del golfo di Napoli. E’ possibile entrarci gratuitamente (previa verifica salvo eventuali modifiche) e raggiungere la terrazza panoramica che gode di una stupenda vista della città e sul Golfo.
  • Lungomare Caracciolo, tra le attività che potete fare a Napoli sicuramente una di queste è una bella passeggiata sul Lungomare della città magari anche per smaltire un pranzo un po’ più abbondante del previsto o qualche leccornia acquistata presso qualche negozio tipico nei vicoli della città. Lungo circa 3 km costeggiando il mare, partendo da Santa Lucia per arrivare fino a Mergellina dove termina via Caracciolo e da dove è possibile ammirare una stupenda vista sul golfo e sul Vesuvio. Lungo il tragitto numerosi bar, ristoranti e pizzerie.

Se siete stanchi di camminare e volete riposarvi un po’ senza rinunciare alla visita della città vi consiglio di valutare uno dei TOUR proposti dai percorsi effettuati dai BUS turistici. In questo modo con l’aiuto anche di un audio guida sarà possibile vedere ad esempio Castel Sant’Elmo, alcune vie del centro di Napoli, la bellissima Posillipo e panorami lungo la costa, tutto questo senza muovervi dal vostro posto a sedere e se il tempo lo permette potrete stare seduti sul tetto scoperchiato del BUS. I tour iniziano da Piazza Municipio, ma puoi salire sul pullman in una qualsiasi delle fermate previste nella città.

Continuiamo citando altri punti di interesse

  • Galleria Umberto I, altro simbolo della città, la stupenda galleria commerciale costruita tra il 1887 ed il 1890 è uno dei luoghi ai quali non può mancare una visita a Napoli.
  • Via Chiaia, una delle vie del centro storico di Napoli che assieme a via dei Mille è una delle più eleganti e conosciute strade di Napoli per lo shopping d’élite.
  • Museo Archeologico Nazionale Napoli, è tra i più importanti della città. Ed è considerato uno dei più importanti musei archeologici al mondo se non il più importante per quanto riguarda la storia dell’epoca romana. 
  • Castel Sant’Elmo è un castello medievale situato sulla collina del Vomero oggi adibito anche a museo. Per la visita non troppo veloce del castello servono qualche ora, quindi vi consiglio di valutare la scelta o meno della visita al castello in funzione del tempo che avete a disposizione, verificando anche la possibilità di eventuali prenotazioni di visite guidate e possibilmente acquistando il biglietto in prevendita per evitare file e lunghe attese.
  • Napoli Sotterranea, da non perdersi la visita di questo fantastico luogo. È un complesso di cunicoli e cavità scavate nel tufo poste nel sottosuolo di Napoli. Verificate gli orari per prenotare una visita guidata che vi garantisco sarà molto suggestiva. Raccomando di verificare in internet per essere sicuri di rivolgersi alla Napoli sotterranea ufficiale con l’unico ingresso autorizzato della città. Per chi soffre di claustrofobia considerando che alcuni cunicoli sono molto stretti e situati sottoterra, valutate se vi sentite di poter affrontare questa esperienza sfidando la vostra fobia onde evitare spiacevoli sensazioni.

 

CAPRI

Come ho citato nel titolo dell’articolo, una giornata l’ho dedicata alla visita della stupenda isola di Capri.

Partendo con l’aliscafo dal porto di Molo Beverello (raggiungibile facilmente anche dal centro di Napoli) da li partono numerosi aliscafi che collegano la città a Capri. Verificate quindi gli orari per pianificare la vostra visita sull’isola.

Personalmente arrivato a Capri ho deciso di raggiungere la famosa piazzetta a piedi, “arrampicandomi” lungo le stradine in salite per circa un’ora di cammino. Per i più pigri si può prendere la funicolare o il taxi.

Arrivati in piazzetta vi consiglio un breve “tour” dei vari punti panoramici dai quali si ammirano viste mozzafiato. Successivamente potrete dirigervi percorrendo le stupende e tipiche strade del centro in direzione faraglioni, raggiungibili in circa 30 minuti scarsi di cammino.

Dalla terrazza sovrastante i faraglioni lo spettacolo che vi appare davanti agli occhi parla da se e sarete esterrefatti da questo magnifico angolo di mondo. Per la visita dei faraglioni è possibile effettuarla anche via mare acquistando un’escursione in barca che vi sarà sicuramente proposta appena sbarcate dall’aliscafo. Valutate voi cosa preferite fare in merito ed in funzione alle vostre preferenze.

Infine ritornati in zona porto ed avendo ancora un po’ di tempo a disposizione sono riuscito a godermi qualche ora di spiaggia dove c’è scappato anche un bagno in mare considerando che a fine Maggio la stagione balneare è già cominciata.

 

QUALCHE CONSIGLIO SU DOVE MANGIARE E DOVE DORMIRE

Per quanto riguarda l’alloggio, io ho soggiornato in un ottimo b&b al Vomero presso il b&b Carolina, un appartamento recentemente ristrutturato con 3 comode camere dotate di tutti i servizi che renderanno il vostro soggiorno confortevole. La zona del Vomero è molto comoda per visitare tutta la città, inoltre a pochi passi dall’appartamento c’è la metro che faciliterà i vostri spostamenti.

ALCUNI RISTORANTI

  • Trattoria Da Nennella: accogliente trattoria nel cuore dei quartieri SPAGNOLI. Un’esperienza da vivere, sia per i piatti tipici della cucina napoletana sia per l’ambiente e l’atmosfera ironica e divertente creata dallo staff del ristorante. Probabilmente prima di entrare dovrete attendere un po’ in coda in quanto è molto frequentato ma ne vale sicuramente la pena. Ottimi i prezzi e rapporto qualità prezzo, servizio  veloce ma simpatico e divertente! 
  • La figlia del Presidente (Pizzeria): pizzeria situata nel centro storico dove poter trovare la famosa pizza fritta. Ambiente rivestito in pietra con piccoli balconi simpatici e DECORATIVI. Interessante la storia di questo locale che vi invito a leggere sul sito ufficiale del ristorante.
  • Pizzeria Gino e Totò Sorbillo: altra famosa pizzeria in zona Via dei Tribunali. Appartiene ad una delle famiglie di pizzaioli più antiche di Napoli.
  • Antica pizzeria da Michele: con solo due tipologia di pizze sul menu mangerete senza dubbio una delle migliori pizze di Napoli. Non ve ne pentirete e non dimenticate che il locale è sempre molto frequentato

Infine non possiamo evitare di citare lo Street Food, infatti a Napoli lungo le strade del centro troverete tutti i tipi di street food locale, dai buonissimi fritti ai numerosi e squisiti dolci che delizieranno il vostro palato. Non potrete resistervi!

A questo punto dovete solo prendere il calendario e pianificare la vostra vacanza a Napoli!! E ricordatevi di farmi sapere le vostre impressioni quanto tornate!!

Napoli dall’aereo
San Gregorio Armeno
Alcune delle famose statue di San Gregorio Armeno

I Presepi di San Gregorio Armeno
Castel Dell’Ovo
Dalla terrazza di Castel Dell’Ovo
I Quartieri Spagnoli
Capri
I Faraglioni di Capri
Capri

 

Capri
Piazza Plebliscito
Il Porto di Capri
Napoli sotterranea
Napoli sotterranea

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: