FERRARA – Città delle Biciclette

Cari amici viaggiatori, con questo articolo vi porto a Ferrara, una città che ho scoperto da poco perchè seppur non troppo distante da dove vivo non avevo mai avuto occasione di visitare.

Una città a misura d’uomo, denominata “città delle biciclette” perchè gli abitanti preferiscono la bicicletta come mezzo di trasporto per spostarsi in città. Una città che potrete visitare in ogni stagione dell’anno.

Troverete persone cordiali che da buoni emiliani sapranno farvi apprezzare ancor di più la vostra permanenza in città.

Ferrara si presenta ordinata e affascinante, caratterizzata da da palazzi storici, molti appartenenti al 1400, con bellissime facciate in mattoncini rossi. Spesso al loro interno si aprono magnifiche corti con deliziosi giardini che dall’esterno non direste mai di trovare.

Ferrara e i suoi dintorni è famosa per le “Delizie Estensi” ovvero le residenze dei duchi d’Este nel delta del Po, oggi inserite come patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Residenze adibite a luoghi di piacere e svago tipico delle famiglie nobili dell’epoca, posizionate un tempo tra la città e le campagne circostanti.

Il bellissimo centro storico dominato dal Castello Estense, ricco di locali con bar e ristoranti, negozi e servizi di ogni genere; la caratteristica piazza del Comune e la stupenda Piazza Trento e Trieste (la più grande di Ferrara) conosciuta anche come Piazza delle Erbe in quanto qui si teneva il mercato.

Potrete addentrarvi nei vicoli del centro storico anch’essi ricchi di attività commerciali e molti dei quali la sera si popolano di giovani che si incontrano fuori dai locali per bere qualcosa. Parlando di vicoli, molto caratteristico nel quartiere medioevale della città è il Ghetto Ebraico che qui a Ferrara custodisce la storia di una delle comunità ebraiche più antiche d’Europa con alcuni edifici che si presentano con la stessa struttura di un tempo.

Davvero stupendi i palazzi che potrete ammirare nel centro della città e in tutta l’area all’interno delle mura, con appunto i loro tipici mattoncini rossi, decorati con fiori di stagione sui balconi e davanzali e corredati da tendaggio rosso esterno imposto dal comune per tutti i palazzi storici, se non erro antecedenti al 1600.

Ferrara oltre alla parte cittadina offre anche aspetti naturalistici grazie alla vicinanza del Po’, infatti è possibile raggiungere il Po’ grande attraverso la navigazione di canali secondari che portano al fiume oppure raggiungere il delta del Po’ navigando nella direzione opposta.

Dopo questa introduzione con la quale in generale vi ho raccontato qualcosa della città, entriamo nel dettaglio con la seconda parte dell’articolo, dove vi propongo cosa (secondo me) non dovete perdervi a Ferrara durante un weekend, fornendovi una breve descrizione per ogni luogo di interesse che vi consiglio di approfondire avvalendovi di una buona guida turistica, attraverso visite guidate virtuali o avvalendovi di esperte guide che lavorano in città.

 

Castello Estense

Sicuramente uno dei simboli storici della città, merita una visita sia nella parte esterna che all’interno delle sale, alcune delle quali ospitano periodicamente mostre temporanee.

Il castello sorse verso la fine del 1300 con lo scopo di difendere la famiglia estense e quindi per controllo militare e politico. Attorno al castello un bellissimo fossato difensivo, attualmente si presenta con alcune fontane scenografiche; è inoltre possibile fare una visita in barca del fossato permettendo così di ammirare il castello da un punto di vista diverso.

All’interno del castello trovate le cucine ducali, le prigioni e la sala del Cordolo al piano terra; al primo piano (piano dei nobili) la Loggia degli Aranci, il camerino dei baccanali (piccolo studio dove il signore del castello si dedicava ad attività intellettuali), la cappella ducale, la sala dell’aurora, la saletta dei giochi, il salone dei giochi ed una serie di altre sale con funzioni ed usi diversi.

Il Castello è dotato inoltre di 4 torri, torre Marchesana, torre di Santa Caterna, torre di San Paolo e la torre dei Leoni; quest’ultima torre offre una delle viste panoramiche più belle sull’intera città di Ferrara, peccato che in questo periodo non è visitabile e quindi non è stato per me possibile salirci e godere della vista.

Molto caratteristici e affascinanti, il ponte levatoio che porta al bellissimo cortile interno del castello, dotato di un antico pozzo.

Vi consiglio sempre di effettuare la visita supportandovi con un audio guida oppure informandovi per delle visite guidate così da apprendere meglio il significato e la storia dell’edificio e delle sue sale.

Castello degli Estensi
Una delle sale al primo piano del Castello degli Estensi
Vicolo nei pressi delle Prigioni all’interno del Castello degli Estensi
Cortile interno Castello degli Estensi

Palazzo Schifanoia

Questo palazzo di fine 1300 è una delizia estense ovvero ville estive fatte costruire dai Duchi estensi con funzioni soprattutto di svago, oggi (le rimanenti) sono considerate dall’Unesco patrimonio dell’umanità. Il nome di questo palazzo (Schifanoia ovvero schifare la noia) conferma la sua funzione tipica e caratteristica appunto delle delizie estensi.

Il palazzo ha riaperto al pubblico da poco e durante la visita al suo interno potrete visitare: il salone dei mesi, la Sala delle virtù e la Sala delle imprese. Con l’utilizzo di uno smartphone potrete visitare il palazzo utilizzando alcuni QR CODE da scaricare nelle varie sale ed avere così una descrizione di ciò che state visitando.

Nell’incantevole giardino interno al palazzo Schifanoia, potrete trovare la graziosa e caratteristica “Caffetteria Ristoro Schifanoia” dove potervi rilassare in compagnia di una buona bibita e mangiando qualcosa. In estate potrete sfruttare il bellissimo giardino e consumare il vostro spuntino seduti ai tavolini sotto l’ombra degli imponenti alberi.

Sala dei mesi – Palazzo Schifanoia
Caffetteria Ristoro Schifanoia

Palazzo dei Diamanti

Costruito all’inzio del 1500 fu abitato da famiglie nobili della città fino a circa il 1832 quando fu acquistato dal Comune di Ferrara come sede per l’Ateneo Civico e la Pinacoteca.

Oggi sede anche di importanti mostre temporanee, in questo momento infatti è presente l’interessantissima mostra dell’artista Banksy che sarà esposta fino al prossimo 27 Settembre 2020.

La caratteristica principale di questo palazzo è il Bugnato sulla facciata, ovvero la facciata si presenta con forme a punta di diamante, ecco quindi il motivo per il quale il palazzo si chiama “dei diamanti”.

Il Palazzo è situato in Corso Ercole d’Este via molto importante di Ferrara della quale vi parlerò nel prossimo paragrafo.

Caratteristica facciata del Palazzo dei Diamanti

Via d’Ercole d’Este

Questa stupenda via interamente in ciottolato è considerata la Via più bella d’Europa, collega Largo Castello alla Porta degli Angeli sulla cinta muraria. Sono parecchi i palazzi rinascimentali che si affacciano su questa via, tra i quali Palazzo dei Diamanti.

Una via che deve assolutamente essere percorsa durante una visita a Ferrara per ammirare in tranquillità tutto il suo fascino e la sua bellezza approfondendo la sua storia e le sue curiosità, magari avvalendosi di una brava guida turistica.

Questa via è stata inoltre sede per il set cinematografico di parecchie produzioni cinematografiche.

Via Ercole d’Este

Via delle Volte

Quest’altra particolare e molto suggestiva strada pedonale, si trova nella parte medioevale della città, da visitare sia durante il giorno che la sera in quanto assume fascini diversi.

Il suo nome è dato dai numerosi archi sospesi lungo tutta la via, sicuramente una tra le vie più fotografate della città se non la più fotografata in assoluto.

In questa via che trasuda di storia si respira ancora l’atmosfera di un tempo; una curiosità di questo luogo è che negli anni passati era anche strada nota per la presenza di prostitute.

La via si può dire che è interamente residenziale, anche se sono presenti alcune attività commerciale e qualche ristorante.

Via Delle Volte

Mura di Ferrra

Una bella passeggiata in bicicletta o a piedi sulle Mura di Ferrara ve la consiglio assolutamente durante la vostra visita della città, gli abitanti della città vanno molto orgogliosi di questo percorso che negli ultimi anni è stato rivalutato e che oggi misura circa 9 km. Altra zona che testimonia e racconta la storia di questa città.

Lungo le mura si possono ammirare torrioni, cannonieri, porte e altri metodi difensivi installati lungo le Mura che proteggevano un tempo la città e che oggi sono diventate appunto un bellissimo parco comunale.

Le mura

La Certosa

Questo interessante luogo della città è stato voluto dal duca Ercole I, oggi è cimitero monumentale ed è il più grande della città. Attorno alla Chiesa bellissimi da ammirare i porticati in cotto e marmo.

Qui regna il silenzio ed un’atmosfera di pace, questo luogo rappresenta un importante testimonianza dell’architettura della città di Ferrara e deve assolutamente essere incluso nella visita alla città.

La Certosa

Palazzo storico con i tipici tendaggi rossi e balconi fioriti

In questo articolo ho voluto inserire la foto di questo palazzo storico che rappresenta molto bene la bellezza e le caratteristiche dei palazzi storici della città di Ferrara.

Oltre alla facciata in mattoncini rossi che rappresentano molti dei palazzi della città, volevo farvi notare questa tipologia di tendaggio rosso alle finestre. Infatti quando vi recherete a Ferrara noterete che praticamente tutti i palazzi del centro hanno questa tipologia di tendaggio, addirittura anche al Castello Estense.

Le Belle Arti infatti hanno imposto l’utilizzo di questa tipologia di tendaggio a tutti i palazzi storici antecedenti il 1600, l’effetto è molto bello ed ordinato oltre che caratteristico della città e quel colore rosso si adatta molto bene alle facciate dei palazzi che spesso sono abbellite con fiori di stagione.

Palazzo storico nella parte medioevale della città

Alla scoperta del Po’, del suo territorio e dei suoi canali

Oltre alla visita della città a Ferrara è possibile effettuare entusiasmanti gite fluviali lungo il Po’ ed i suoi canali.

La darsena dalla quale partono le escursioni è raggiungibile in pochi minuti di bicicletta dal centro e da qui con il simpatico battello fluviale “La Nena” potrete godere dei paesaggi, della flora e fauna lungo la navigazione di canali secondari che sfociano nel Po da una parte o verso il mare dall’altra.

Numerosi gli itinerari che includono storia, natura ed enogastronomia percorrendo i canali e il Po’ Grande, durante la navigazione il capitano e la moglie vi spiegheranno dove state passando e cosa state vedendo trasmettendovi la loro passione di esperti conoscitori di questi territori. Vi consiglio di dare un occhio al sito con tutti gli itinerari disponibili e scegliere quello che più vi incuriosisce.

Io ho avuto il piacere di vivere questa bellissima esperienza, navigando il canale di Polaveno fino al Po grande, per poi fare una breve navigazione sul Po e tornare indietro.

Molto emozionante il sistema dell chiuse attraverso le quali, sia per immettersi dal canale sul Po che dal Po sul canale, permettono mediante un meccanismo di carico e scarico delle acque di posizionare allo stesso livello i due corsi d’acqua potendo così procedere con la navigazione.

Il completamento della visita della città di Ferrara con la navigazione sul Po e sui suoi canali secondari è un’esperienza a mio avviso da vivere che vi lascerà un bellissimo ricordo oltre che a permettervi di vedere la città e le zone limitrofe da un altro punto di vista.

Paesaggio sul Po Grande
Paesaggio sul Po Grande
Canale Po di Polaveno
Chiusa dal Po di Polaveno al Po Grande
Il PO Grande

CONSIGLI PER CENARE

Inutile dire che in Emilia Romagna si mangia molto bene, una delle regioni italiane dove probabilmente si mangia meglio.

Io ho avuto il piacere di gustare la cucina del ristorante Ca’ d’ Frara un ristorante in pieno centro storico dove poter assaggiare le prelibatezze della cucina ferrarese.

Il nome che in dialetto ferrarese significa “la casa di Ferrara” offre attraverso le abilità culinarie dello chef Elia piatti della tradizione che non sono cambiati nel tempo. I sapori equilibrati e la passione che lo chef mette nel suo lavoro saranno percepiti dai vostri palati che non potranno che apprezzare il risultato dell’armoniosità delle due cose.

Una cucina tradizionale con la pasta fresca al mattarello, il bollito e le carni alla brace si affiancano ad una cucina creativa a base di pesce, funghi e tartufi che cambia in base alla stagionalità. Piatti che potranno ovviamente essere abbinati a ottimi vini locali o di altre regioni italiane

Anche i dolci sono una piacevole e golosa sorpresa che con la rivisitazione dell’abilità e passione dello chef vi faranno gustare sapori unici.

L’ambiente accogliente e il servizio attento e premuroso renderanno la vostra cena una vera esperienza autentica all’interno della cucina tipica ferrarese.

CONSIGLI PER DORMIRE

B&B Alchimia

Ho dormito in questo confortevole b&b nel centro storico di Ferrara, un antico palazzo del 1400 con un ampio giardino interno.

Da questa residenza di Charme è perfetto muoversi a piedi o in bicicletta per visitare la città e raggiungere tutti i principali luoghi turistici, inoltre offre un comodo parcheggio interno dove poter lasciare posteggiata l’auto durante tutto il soggiorno.

Le sistemazioni sono molto belle, dotate di tutti i confort e ristrutturato da poco tempo, all’interno della struttura sono presenti anche mini appartamenti dotati di cucina, ideale per i soggiorni in famiglia o per viaggi di lavoro.
Sui piani della struttura in prossimità delle camere la struttura offre angoli bar gratuiti per poter gustare un buon caffè, tè o un semplice bicchiere d’acqua.

L’abbondante e attenta colazione viene servita all’interno della zona colazioni posizionata nel giardino interno, una sala a vetrata attraverso la quale poter godere delle piante e fiori all’esterno. Si potrà gustare una colazione dolce o salate, con squisite torte fatte in casa e prodotti freschi.

La struttura inoltre mette a disposizione degli ospiti gratuitamente, l’utilizzo di biciclette per potersi muovere in libertà all’interno della città.

Altro aspetto degno di nota è che questo b&b ospita spesso mostre espositive di vario genere, per questo potrete arricchire il vostro soggiorno visitando queste mostre all’interno degli spazi comuni del palazzo apprendendo nuove realtà e vivendo emozioni da portarsi a casa.

Sono stato molto bene in questo b&b, l’attenzione e la cortesia del Sig. Euro (il proprietario) e del suo staff renderà il vostro soggiorno indimenticabile.

B&B Delizia Estense

Vi segnalo anche il b&b Delizia Estense un Bed & Breakfast in una palazzina del 1400 dotato di 6 camere doppie con bagno e cucina, con la prima colazione inclusa.

Le ampie camere, di circa 40 mq sono perfette per nuclei famigliari, dotate di bagno privato, letto matrimoniale e divano letto singolo (con possibilità di aggiungere un quarto posto letto). Le stanze sono disposte sui 3 piani della palazzina e hanno tutte il soffitto con travi a vista, alcune stanze si affacciano sul cortile interno mentre altre sulla basilica di Santa Maria in Vado.

Anche questo b&b offre biciclette a disposizione degli ospiti, alcune dotate anche di seggiolini per i più piccoli.

Il b&b è posizionato in altra posizione molto centrale di Ferrara a pochi passi da Palazzo Schifanoia, perfetto quindi per raggiungere in comodità ogni luogo di interesse del centro di Ferrara.

B&B il giardino di Rebecca

Terzo ed ultimo b&b che vi segnalo è il giardino di Rebecca, la struttura è situata all’ingresso di Ferrara ed è comodamente raggiungibile dai due caselli autostradali.

E’ il luogo ideale per staccare la spina, dove poterti rigenerare dallo stress cittadino, un b&b che ti farà sentire a casa con un accoglienza informale; lo staff saprà consigliarvi vari tipi di itinerari della città tenendo conto anche degli eventi presenti a Ferrara durante il vostro soggiorno.

Nella bella stagione si può utilizzare il giardino per i vostri momenti di relax, utilizzando la piccola piscina o rilassandosi  nell’idromassaggio oppure per un buon aperitivo in veranda.

B&B ALCHIMIA
B&B ALCHIMIA
B&B ALCHIMIA – una delle due tartarughe che girano nel giardino (una ha oltre 80 anni)
B&B ALCHIMIA
B&B ALCHIMIA

 

A questo punto spero di avervi fatto venir voglia di visitare questa fantastica città e di avervi fornito qualche utile informazione per il vostro futuro soggiorno, quindi non fate come me e non aspettate 36 anni (la mia età) per visitare Ferrara!!

Per ogni informazioni potete contattarmi (anche su Instagram), sarò felice di aiutarvi con le informazioni che conosco.

Buon viaggio!